Corso di formazione per volontari “Essere presenti e ascoltare colui che muore”.

Programma

Il corso è destinato a coloro che vogliono prepararsi al servizio di volontariato  in hospice e a domicilio.
E’ stato organizzato da DPRm e si avvale della partecipazione di  Ryder Italia onlus.

Al corso si accede previo colloquio valutativo motivazionale
Per chi non ha frequentato il precedente ciclo di incontri è resa obbligatoria la partecipazione ai seminari integrativi.

E' richiesta l'iscrizione a DPRm (quota annuale € 25).

Massimo 25  iscritti   

Termine ultimo: 5 gennaio 2015

Sede: Casa Accoglienza , Ospedale S. Camillo, Circonvallazione Gianicolense 87, Roma

Informazioni: tel. 3336141411 - tel.  3493377976  

Iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  Tel. 3336141411.

 

Calendario degli incontri:

        I.            9 gennaio (P.Micoli, G.Creton,Fr. Pascucciore 17,30-20,00
Presentazione delle onlus DareProtezioneRoma e Ryder Italia. Le Cure Palliative, la  terapia del dolore.
Il dolore totale: Cecily Saunders. Principali riferimenti  nelle C.P.: M. De Hennezel, E. Kubler Ross, Fr. Ostaseski.
 
      II.            23 gennaio (Mariarosaria Ruocco) ore 17,30-20,00
Hospice, domicilio: l’incontro col malato e con la famiglia,  aspetti relazionali del morire.
La narrazione di sé come strumento terapeutico.
 
     III.            6 febbraio (M.Iannelli, A. Marconi) ore 17,30-20,00
Incontrare il disagio in prossimità della morte. Accogliere la  sofferenza del  cambiamento.
Stress e  burnout.
 
    IV.            21 febbraio (R.Mander.I. Costa , P.Micoli) ore 10,00-18,00
La relazione d’aiuto nella malattia organica grave: aspetti etici.  Bisogni e problemi della famiglia.
La consapevolezza di sé e dell’altro: i bisogni  e le paure del malato, della famiglia, dell’operatore.
(Prendersi cura di sé, prendersi cura dell’altro) Esperienziale
 
    V.            6 marzo (P.Micoli ) ore 17,30-20,00
L’accompagnamento spirituale, cos’è. Esercizi di consapevolezza come strumento d’ascolto di sé e dell’altro.
La presenza e “il servizio“.
 
   VI.            22 marzo (P. Micoli , R. Mander) ore 17,00-21,00
Il confronto con la morte, esercizi di consapevolezza.
Fare amicizia con la morte. propria e altrui
 
  VII.            11 aprile (A. Marconi, P. Micoli-P.Caravello) ore 10,00 -18,00
Echi degli incontri precedenti a metà percorso.
Neuroscienze, Empatia, Compassione.
L'ascolto fisico e l'ascolto sottile nell'accompagnamento della persona alla fine vita.
Utilizzo di tecniche mutuate dalla medicina cinese e dalla terapia manuale.
 
  VIII.           17 aprile (M. Coscia, P.Russo) ore 17,30-20,00
La malattia, i sintomi. Fondamenti di oncologia clinica e delle malattie organiche gravi (malattie cardiovascolari, malattie respiratorie, endocrine, etc.).
La comunicazione della prognosi.
L’equipe di cura: collaborazione e apporto di ogni figura per accompagnare nel processo del morire.
Presentazione e discussione di casi clinici.
(inizio del periodo di tirocinio)
 
    IX.            23 aprile (P.Micoli P. Caravello;F.Votto;T.Bernicanani ore 17,30-20,00
I volontari: motivazione, formazione continua, coordinamento e supervisione.
I diversi ruoli del volontario: accompagnamento ai pazienti e alle famiglie o attività di gestione delle Associazioni.
 
     X.            8 maggio (T. Caruso) ore 17,30-20,00
La famiglia, la perdita, il lutto.
Approfondimenti: Il lutto anticipatorio: la perdita di sé (ruoli corpo, mente), la perdita dell’altro.
 
    XI.            22 maggio (B.Gallina, P.Bertoletti, C.Malatesta) ore 17,30-20,00
Essere rete: collaborazione tra associazioni per l’ampliamento del servizio di volontariato (accompagnare l’anziano, il malato, il morente).
Il volontariato e il privato sociale. I presidi socio sanitari sul territorio. 
 
  XII.            29 maggio (l’equipe formatrice di DPRm) ore 17,30-20,00
Incontro di scambio, domande/risposte, verifica del lavoro fatto, motivazione a proseguire la formazione completando  il tirocinio come volontari.
Incontro con i volontari in attività.